/ PTOF: progetti / Redazione di Istituto / Gli studenti del “Da Vinci-Agherbino” realizzano lo spot per il concorso “La rarità in un pixel” dell’ A.M.A.R.A.M. (Associazione Malattie Rare dell’Alta Murgia)

Gli studenti del “Da Vinci-Agherbino” realizzano lo spot per il concorso “La rarità in un pixel” dell’ A.M.A.R.A.M. (Associazione Malattie Rare dell’Alta Murgia)

Inserito il

Gli studenti del “Da Vinci-Agherbino” realizzano lo spot per il concorso “La rarità in un pixel” dell’ A.M.A.R.A.M.
(Associazione Malattie Rare dell’Alta Murgia)

Il termine inglese Pixel ha origine dalla contrazione delle parole picture ed element (pict-el, dunque pixel) e serve a identificare ogni singolo puntino che compone un’immagine all’interno della memoria di un computer. Ogni pixel dunque rappresenta il dato più minuscolo dell’intera immagine ed ha un valore preciso dato dalla sua posizione, dal colore e dall’intensità.

Partendo dal concetto di pixel la classe VA LSU, vincitrice della terza edizione del concorso A.M.A.R.A.M. (Associazione Malattie Rare dell’Alta Murgia) 2018/2019, attraverso la realizzazione di un videoclip “Noise kills (Noi/Skills)”, ha realizzato durante i primi mesi di scuola, su richiesta della stessa organizzazione A.M.A.R.A.M., lo spot pubblicitario legato al nuovo bando di concorso 2019/2020 dal titolo “La Rarità in un pixel” e dalla seguente tematica:

“Così vicino…così lontano… il pixel ci permette di guardare per intero una figura nel suo insieme. Se per assurdo allargassimo l’immagine riusciremmo a vedere singolarmente ogni pixel e ci accorgeremmo persino se uno di essi è mancante. Tuttavia, allontanandoci, riusciremmo a comprendere la forma e i colori nella loro interezza. Il corpo umano non è altro che una grande macchina composta da un numero infinito di pixel e la malattia rara potrebbe essere in qualche modo associata a difetti di “pixel” che rendono il corpo umano più fragile e vulnerabile ma, quello che non si modifica è la sua essenza, ovvero la Persona. Si crede fortemente che la Persona, composta da un numero variabile di pixel, debba attraversare la vita nel rispetto, nella cura e nell’amorevolezza che ciascun essere umano merita di vivere.”

Le classi IA, IIIA, IVA, VA del Liceo delle Scienze Umane, per far passare e far arrivare questo importante messaggio, hanno realizzato un ingrandimento in scala 5m x 5m di un’immagine pixelata raffigurante un quadrifoglio; per l’animazione dell’ingrandimento e la realizzazione del progetto sono stati coinvolti cento allievi delle classi del Liceo Scientifico, del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Economico Sociale.

L’ideazione ha interessato un intero gruppo di lavoro: la classe VA L.S.U., gli allievi Angelo Mottola della IIIA L.S. e  Giovanni Zito della VB L.S. e i docenti, disciplinari e di sostegno, Galiani Maria, Carparelli Luciano, Mesiano Licia.

Le riprese e il montaggio sono avvenuti a cura di Angelo Mottola con l’aiuto di un drone affidato al giovane ragazzo Domenico Roberto. LE foto sono di Laura Ciuta della VA LSU. La location che ha fatto da cornice allo spot è stata “Villa Lenti” adiacente al Liceo “Da Vinci-Agherbino”.  Si ringraziano: l’azienda Arca srl di Noci per aver fornito gratuitamente i 100 cartoncini ed i proprietari della villa Lenti per aver messo a disposizione un contesto idoneo per le riprese.

Lo spot, che sarà diffuso in tutta Italia, è stato presentato in anteprima sabato 14 dicembre 2019 ad Altamura nell’ambito della VIII giornata di Medicina Clinica – Febbre Mediterranea Familiare alla presenza dei dott. Giuseppe Scaccianoce (SSD di Endoscopia Digestiva – Ospedale “F. Perinei” – Altamura; prof. Piero Portincasa direttore UNIBA Centro Riferimento FMF, Azienda Ospedaliera Policlinico di Bari, prof. Alessandro Stella, sezione Genetica Medica, Dip. Scienze Biomediche Oncologia Umana UNIBA, sig. Vincenzo Pallotta, presidente A.M.A.R.A.M.)

 

 

Lorenza Lopinto VA LSU

Redazione di Istituto

IIS “Da Vinci – Agherbino”

Top

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi