/ PTOF: progetti / Leonardo Sinisgalli e Italo Calvino, il paese antico e le città invisibili

Leonardo Sinisgalli e Italo Calvino, il paese antico e le città invisibili

Inserito il

Progetto lauree scientifiche: la matematica e la poesia – la dimensione universale del sapere

pls 1Con la presentazione dei sette elaborati realizzati dagli studenti della V A LS, destinatari dell’azione PTOF Progetto lauree scientifiche, si è conclusa la serie degli incontri tra l’IIS Da Vinci Agherbino e l’Università degli studi Aldo Moro di Bari.

La sfida lanciata quest’anno da Sandra Lucente,  Ricercatrice di Analisi Matematica MAT/05 presso l’Ateneo barese, è consistita nel far dialogare diverse discipline o, come la stessa docente ha scritto, nel provare a “sinisgallizzarsi”, ossia nell’osservare la propria città come Sinisgalli (matematico- poeta- pubblicitario) ha fatto, a partire dalla natia Montemurro, in ogni luogo in cui è vissuto.

A detta della stessa prof.ssa Lucente, e del prof. Biagio Russo (già per dieci anni direttore della Fondazione Sinisgalli), intervenuti entrambi nella  videoconferenza di fine progetto, la prova è stata brillantemente superata dagli studenti, autori di una narrazione complessa e originale di sette elementi identitari di Noci (una gnostra, l’anfiteatro ex piscina, i tre campanili, il centro storico, la torre dell’orologio, la chiesa di Barsento e l’abbazia della Madonna della Scala). 

Così il prof. Biagio Russo ha commentato sui social “Ho ascoltato sette relazioni, una più avvincente dell’altra, in cui i luoghi, la matematica, la poesia, l’architettura, la narrazione, la grafica, si sono perfettamente integrati, facendomi venir voglia di correre a Noci. Non solo per ammirare le gnostre, ma anche La Chiesa di Santa Maria del Barsento, l’Anfiteatro, La Torre dell’orologio, I Campanili, L’Abbazia Madonna della Scala ecc. Mi complimento con Sandra Lucente, con le docenti del Da Vinci e, soprattutto con gli studenti, che hanno saputo esaltarsi, accettando la sfida non facile di far dialogare ambiti, apparentemente opposti, dello scibile umano. Sinisgalli  e Calvino avrebbero di certo gradito”.

 

Raffigurazione di Noci in uno dei lavori presentati

CS 05 3CS 05 2CS 05 1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione di Istituto

IIS “Da Vinci – Agherbino”

Top

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi